Novità

D.E.A. Diagnosi Estetica Avanzata

By Settembre 17, 2019 No Comments

Come consulente d’estetica da 15 anni ti posso dire con certezza una cosa:

La proposta (e conseguente vendita) dei “pacchetti standard” di trattamenti viso e copro nei
centri estetici E’ CONCLUSA!!!!
Per tanti anni sei stata abituata a proporli alle tue clienti per risolvere i loro inestetismi: le
famose 10 sedute piu’ le due sedute finali in omaggio.

La cliente acquista, pensando di aver fatto la cosa giusta e sogna il risultato! Sicuramente per
un breve periodo di tempo esternamente notiamo un miglioramento poi pero’….. PUFF…IL
SOGNO SCOMPARE….
E ci ritroviamo a dire alla cliente che deve fare il mantenimento o altri trattamenti d’urto magari
dello stesso tipo bla bla bla….
Questo tipo di “pacchetto” non solo non è IL METODO per intervenire nel modo corretto suoi
problemi estetici, ma non è nemmeno lontanamente vicino come approccio professionale da
parte dell’estetista.
La cellulite non è solo un banale inestetismo che attanaglia quasi tutte le donne, bensì una
patologia vera e propria che, in gergo medico, è denominata

PANNICOLOPATIA EDEMATO-FIBRO-SCLEROTICA

Questa patologia è legata ad un anomalo equilibrio tra circolazione venosa e linfatica, che puo’
sfociare in un modesto rallentamento delle stesse provocando una serie di alterazioni che
hanno inizio con la ritenzione idrica.
Questo fenomeno viene spesso trascurato pertanto tnde a degenerare fino a divenire
un’alterazione del tessuto connettivale adiposo ( pannicolo adiposo ) presente nel tessuto
cellulare sottocutaneo ( ipoderma ) costituito da lobuli adiposi ( adipociti , delimitati tra loro da
una fitta rete di fibre pre-collagene, collagene ede elastina.
Entriamo piu’ nel dettaglio.
Il tessuto connettivo tra le cellule adipose è irrorato da una ricca rete linfatica e capillare che ha
il compito di favorire gli scambi nutritivi tra il sangue e i tessuti. Quando questi scambi sono
rallentati, ciò che avviene è un ipertrofia delle cellule con accumulo di liquidi e tossine
metaboliche negli spazi interstiziali; infatti quando tale rete vasale viene alterata per una
qualsiasi causa, vi è dapprima un accumulo di liquidi nello spazio tra gli interstizi (edema).
L’edema ostacola una corretta circolazione locale, provocando un aumento del numero delle
cellule connettive, con conseguente indurimento del tessuto ( sclerosi ). In un secondo tempo
anche la parte piu’ interna della cute, il “derma “che connette l’epidermide esterna all’ipoderma
e che è ricca di strutture nervose (collagene e fibre elastiche) puo’ venire alterata.
Come sappiamo, se non trattata nel modo corretto, la cellulite degenera in formazioni nodulari
dure e dolore al tatto, visibili alla superficie della cute.
TIPI E STADI DI CELLULITE:
1. CELLULITE EDEMATOSA- presenza di ritenzione idrica, edemi, gonfiori (primo e
secondo stadio )
2. CELLULITE FIBROSA – presenza di micronoduli ( terzo stadio )
3. CELLULITE SCLEROTICA- presenza macronoduli ( quarto stadio )

Come puoi quindi, quale VERA ESPERTA DEL SETTORE ESTETICO, affrontare e risolvere le
problematiche delle tue clienti legate a questo inestetismo?
Inizio a spiegarti una delle fasi del METODO D.E.A., la diagnosi estetica avanzata che ti
permette di creare trattamenti VERAMENTE EFFICACI perché ti da la possibilità di conoscere
veramente il tipo di inestetismo della tua cliente!!!!
E’ fondamentale, prima di tutto, avere una conoscenza accurata dell’inestetismo, della pelle e
della sua fisiologia, è fondamentale conoscere manualita’, tecniche ed apparecchiature
estetiche che ci permettono di trattare veramente l’inestetismo, conoscere gli attivi e le ultime
ricerche scientifiche.
Ogni corpo ha una storia, ha un cambiamento continuo e diverso da una persona all’altra.
La soluzione agli inestetismi si trova attivando un PERCORSO, un SISTEMA di trattamenti che
tiene conto di TUTTI I FATTORI SCATENANTI L’INESTETISMO.
Il SISTEMA D.E.A. prevede un PERCORSO PERSONALIZZATO, con dei trattamenti che siamo
in grado di strutturare fino ai minimi dettagli in quanto andiamo alla base del problema.
Se il tuo obiettivo è di far avere alle tue clienti GAMBE PERFETTE, SNELLE E SENZA
CELLULITE l’unico metodo che hai per raggiungerlo è quello di utilizzare strumenti diagnostici
che possono darti SENZA MARGINE D’ERRORE la reale situazione di quel corpo.

Ti spiego il primo eccezionale strumento di D.E.A.

LA TERMOGRAFIA

La termografia a contatto a cristalli liquidi miroincapsulati è una tecnologia molto efficace nella
rilevazione della liposclerosi già dai primi stadi, quando non è visibile ad occhio nudo.
Offre l’importante vantaggio di avere riscontri obiettivi sull’andamento della cellulite,
permettendo di focalizzare trattamenti mirati caso per caso.
I vantaggi applicativi della termografia a contatto si concretizzano nella RAPIDITA’ e
SEMPLICITA’ con cui si puo’ svolgere la diagnosi estetica certa! E nella sicurezza di valutare
altrettanto rapidamente gli effetti ottenuti tramite i vari trattamenti proposti.
La tecnologia permette di:
a. evidenziare la cellulite fin dai primi stadi;
b. Individuare con maggiore precisione le zone da trattare e sulle quali insistere;
c. Creare i trattamenti più idonei per ogni caso;

d. Seguire il processo evolutivo controllando le risposte dei trattamenti stessi.
Tutto questo in modo assolutamente NON INVASIVO, INDOLORE, RAPIDO (bastano pochi
secondi di applicazione delle lastre) e soprattutto RIPETIBILE per innumerevoli volte!!!!
Le lastre termografiche permettono di valutare l’ESTENSIONE e la GRAVITA’ del danno
microcircolatorio cutaneo e, di riflesso, quello ipodermico. Tutto cio’ in base alle VARIAZIONI DI
TEMPERATURA CUTANEA.
Le variazioni di temperatura rivelano la presenza di aree fredde, dovute ad ipotermia (carenza
di calore per cause circolatorie) distrettuali o di fenomeni di stasi capillaro-venulare
(aree calde).